Scrivici in chat o via e-mail: help@vapefully.com. Siamo a tua disposizione dalle 8:00 alle 16:00 (lunedì-venerdì).

Suggerimenti e contatti

Siamo a tua disposizione dalle 9:00 alle 17:00 (lunedì-venerdì).

Vaporizzatore – quale temperatura di vaporizzazione sarà la migliore?

Tutti quelli che iniziano la loro avventura con la vaporizzazione e possiedono già un proprio vaporizzatore, arrivano ad un  punto in cui iniziano chiedersi, quale sia la temperatura di vaporizzazione migliore per le proprie esigenze. Si può naturalmente sperimentare con le varie impostazioni di temperatura, ma leggendo questo testo che segue saprai, senza nessun esperimento, qual’è la temperatura di vaporizzazione migliore per le Tue esigenze.

Quando facciamo un confronto di tutti i modelli presenti sul mercato, ci accorgeremo che quasi tutti i vaporizzatori possiedono una regolazione elettronica di temperatura.

Esistono però anche modelli, che non possiedono affatto un regolatore di temperatura, ma anche in questo caso si può in qualche modo controllala (per es. controllando la potenza dell’ aspirazione o tenendo premuto a lungo il pulsante di riscaldamento), ma è molto più difficile.

I Vaporizzatori che possiedono un regolatore di temperatura si dividono tra quelli in cui è possibile impostarla ad uno dei livelli prestabiliti, oppure in cui è possibile una regolazione precisa ad un determinato grado.

Quest’ ultimi permettono di selezionare l’evaporazione di determinate sostanze attive, se ne conosciamo la temperatura di vaporizzazione. I vaporizzatori che possiedono una tale regolazione permettono di scegliere in modo molto preciso gli effetti che vogliamo ottenere dalla vaporizzazione.

Comunque, anche possedendo solamente alcune possibilità di regolazione della temperatura, è possibile decidere a livello significativo le proprietà del nostro vapore.

Alfa Vaporizer Temperature
Alfa Vaporizer Temperature

Temperatura di vaporizzazione – regole generali

Esistono alcune regole generali che ci indicano come cambia il vapore nelle sue proprietà a seconda della sua temperatura. La temperatura di vaporizzazione sarà ovviamente diversa a seconda dei tipi di erbe che utilizzeremo.

Nel caso delle erbe più scelte per la vaporizzazione, il raggio di temperatura, in cui l’inalazione apporta maggior effetto, è tra i 180-220 gradi Celsius. Un uso della temperatura sotto i 180 gradi non porta effetti soddisfacenti, invece riscaldando sopra i 220 gradi iniziamo ad avvicinarci in modo pericoloso alla temperatura di combustione delle erbe, che è intorno ai 238 gradi.

E’ importante sottolineare, che la temperatura di vaporizzazione più sicura per la salute è sotto i  200°C –  temperatura in cui non vengono prodotte alcune sostanze nocive. Più ci avviciniamo alla temperatura di combustione, più sostanze nocive possono trovarsi nel vapore.

Temperatura di vaporizzazione ed il sapore e l’aroma delle erbe

Più bassa è la temperatura di vaporizzazione più il sapore e l’aroma delle erbe sarà migliore. Il miglior sapore si ottiene impostando la temperatura intorno ai 180-190°C. Più invece la temperatura di vaporizzazione sarà alta più il sapore e l’aroma saranno deboli.

Naturalmente, anche la vaporizzazione a 220-230°C  ci darà un vapore, che ci piacerà molto di più rispetto al sapore del fumo, e su questo non si discute. Ma il sapore e l’aroma prodotto alla temperatura di  180-190 gradi è veramente unico e chi lo prova una volta, non vorrà mai più tornare al fumo tradizionale.

Temperatura di  vaporizzazione e l’intensità  delle sensazioni

Se parliamo di intensità delle sensazioni che accompagnano la vaporizzazione, allora la questione è completamente opposta a quella che riguarda il sapore – infatti in questo caso più è alta la temperatura più le sensazioni sono forti, più la temperatura si abbassa – più sono delicate.

La vaporizzazione a 180-190 gradi ci darà degli effetti infatti molto più blandi – le erbe rilasceranno lo stesso le loro proprietà, perciò saremo più energici, ma le sensazioni non saranno così intense.

La temperatura di vaporizzazione intorno ai 190-200 gradi dà degli effetti già più forti, impostare invece, la temperatura di vaporizzazione sopra i 210 gradi Celsius  farà sì che le sensazioni saranno ancora più intense, molto vicine alle sensazioni provocate dal fumo.

E’ importante aggiungere che, non sempre più forte vuol dire meglio. La maggior parte delle persone preferisce avere percezioni più delicate, che permettono di svolgere normalmente le azioni di vita quotidiana, sfruttando comunque i benefici delle proprietà delle erbe. Queste temperature elevate sono utilizzate solitamente da chi utilizza le erbe a scopi terapeutici. 

Temparatura
Temparatura

Temperatura di vaporizzazione e la qualità del vapore

Le temperature sopra i 210°C  possono portare al fatto che (oltre a sensazioni molto forti) il vapore sia meno delicato, possa infiammare maggiormente la gola ed essere più sentito a livello polmonare.

Per molte persone, che sono passate dal fumo tradizionale alla vaporizzazione, questo è uno dei vantaggi – utilizzare il vaporizzatore alle più alte temperature può ricordare maggiormente il fumo tradizionale. Il vapore raffreddato può sembrare poco percepibile, anche se ovviamente è questione di gusto personale.

Con l’aumento della temperatura il vapore avrà una maggiore densità e sarà più visibile – sarà semplicemente di più. Con una temperatura di 180-190 gradi il vapore sarà più delicata e meno visibile, ma funzionerà ugualmente. Di conseguenza la temperatura di vaporizzazione sopra i 200 gradi permette il rilascio di grandi nuvole di fumo, ricordando visivamente il fumo.

Hai già un vaporizzatore, quale temperatura è la migliore?

Sapendo già, come le proprietà del vapore siano legate alla temperatura, arriviamo alla risposta della domanda più importante : qual’è la temperatura ideale di vaporizzazione?

Nel singolo caso di ogni consumatore sarà una questione di compromesso tra il sapore, l’ intensità e la qualità del vapore. L’equipe di VapeFully dopo molti test è arrivata alla conclusione che, nella maggior parte dei vaporizzatori la temperatura ideale di vaporizzazione è intorno ai 195 gradi Celsius.

Questa temperatura permette di godersi il fantastico sapore delle erbe e la delicatezza, non irritante, del vapore ma contemporaneamente provoca sensazioni intense. Dal nostro punto di vista la vaporizzazione a questa temperatura è semplicemente più piacevole. E invece qual’è la tua temperatura preferita?

Se hai dubbi se il tuo vaporizzatore è adatto all’aromaterapia o desideri avere maggiori informazioni a riguardo, contattaci, i nostri esperti saranno lieti di darti una consulenza professionale e gratuita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *