Scrivici in chat o via e-mail: help@vapefully.com. Siamo a tua disposizione dalle 8:00 alle 16:00 (lunedì-venerdì).

Suggerimenti e contatti

Siamo a tua disposizione dalle 8:00 alle 16:00 (lunedì-venerdì).

La marijuana medica e l’assunzione di altri farmaci

La marijuana medica sta diventando un modo sempre più popolare per trattare vari tipi di malattie. In questo articolo ci concentriamo su come la marijuana medica può interagire con altri farmaci che un paziente potrebbe assumere contemporaneamente. Sebbene quest’area richieda ulteriori approfondimenti, disponiamo già di alcune prove sia dei potenziali benefici sia dei rischi [1] associati all’assunzione contemporanea di marijuana medica e farmaci.

Cosa scoprirai da questo articolo?

👉 Quali interazioni possono verificarsi tra la marijuana medica e i farmaci?

👉 È possibile combinare la cannabis medica con farmaci per la depressione, la tiroide, il cuore o con antidolorifici?

👉 La combinazione di farmaci con la cannabis medica può portare benefici ai pazienti?

Indice dei contenuti:

  1. Marijuana medica – informazioni di base
  2. Farmaci e marijuana medica – possibili interazioni
  3. Benefici potenziali dell’uso di marijuana medica e farmaci
  4. Attenzione agli effetti collaterali!
  5. Marijuana medica e farmaci – cosa dicono le ricerche?
  6. Cosa dovrebbero ricordare i pazienti?
  7. Riassunto

Marijuana medica – informazioni di base

I componenti principali della marijuana medica sono i cannabinoidi: THC (tetraidrocannabinolo) e CBD (cannabidiolo). Il THC è la sostanza psicoattiva della marijuana, i cui effetti percepiamo come “sballo”. Il CBD non produce tali effetti. Entrambe le sostanze interagiscono con il sistema endocannabinoide nel nostro corpo, influenzando molte funzioni diverse, come il sonno, l’umore, l’appetito e il dolore [2].

Attualmente, la marijuana medica è utilizzata nel trattamento di varie malattie. È anche un modo per migliorare la qualità della vita delle persone che stanno seguendo altre terapie, ad esempio, oncologiche.

Farmaci e marijuana medica – possibili interazioni 👩‍⚕️

Ad esempio, THC e CBD possono influenzare gli enzimi epatici responsabili del metabolismo di molti farmaci, potenzialmente aumentando il livello del farmaco nel corpo. D’altra parte, alcuni farmaci possono influenzare i livelli di THC e CBD nel corpo. È importante tenere presente che tali situazioni possono essere potenzialmente pericolose.

💊 Marijuana medica e farmaci per la depressione

Le ricerche suggeriscono che la marijuana medica può avere alcuni benefici per le persone che soffrono di depressione. Tuttavia, l’uso contemporaneo di marijuana medica e farmaci antidepressivi, come gli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI), può portare a interazioni. In alcuni casi, la marijuana può intensificare gli effetti collaterali dei farmaci antidepressivi. Inoltre, la marijuana stessa può causare sintomi d’ansia, che possono essere dannosi per le persone che soffrono di depressione.

💊 Marijuana medica e antidolorifici

Gli antidolorifici, come gli oppioidi, sono spesso utilizzati per alleviare il dolore cronico. Anche la marijuana medica è conosciuta come un efficace antidolorifico. In alcune situazioni, la marijuana medica può potenzialmente ridurre la necessità di utilizzare oppioidi e può offrire un’alternativa per coloro che sperimentano effetti collaterali negativi dagli oppioidi.

Esiste anche il rischio che l’uso contemporaneo di marijuana medica e oppioidi possa portare ad un aumento del rischio di effetti collaterali, come la depressione respiratoria. Curiosamente, proprio la marijuana medica può essere un modo per ridurre il grado di dipendenza dagli oppioidi.

💊 Marijuana medica e farmaci per il cuore

La marijuana medica può influenzare il sistema circolatorio e può aumentare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. I pazienti che assumono farmaci per il cuore dovrebbero essere cauti nell’uso della marijuana medica. L’uso contemporaneo di marijuana medica e alcuni farmaci per il cuore, come i beta-bloccanti, può portare a effetti imprevedibili, come variazioni brusche della pressione.

💊 Marijuana medica e farmaci per la tiroide

Le interazioni tra la marijuana medica e i farmaci per la tiroide non sono ben studiate e le ricerche su questo argomento sono limitate. Esistono alcune segnalazioni che suggeriscono che la marijuana medica può influenzare i livelli degli ormoni tiroidei, ma questi risultati richiedono ulteriori studi. È sempre consigliabile consultare un medico se un paziente sta considerando l’uso contemporaneo di marijuana medica e farmaci per la tiroide.

In ciascuno di questi casi, è importante consultare un medico prima di iniziare l’uso della marijuana medica in combinazione con altri farmaci.

Lucas Cysewski – CEO e fondatore di VapeFully

Benefici potenziali dell’uso di marijuana medica e farmaci

Esistono molte situazioni in cui l’uso congiunto di marijuana medica e altri farmaci può portare benefici. Ad esempio, i pazienti affetti da malattia di Parkinson possono sperimentare una riduzione del dolore e un miglioramento del sonno quando la marijuana medica è utilizzata insieme ai farmaci tradizionali [4].

Lo stesso vale per i pazienti affetti da cancro. La marijuana medica può aiutare ad alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia, come nausea e perdita dell’appetito [5]. Attualmente, questo è un modo popolare per migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono a causa della malattia oncologica e del trattamento aggressivo.

🔴 Attenzione agli effetti collaterali!

Esiste un certo rischio associato all’uso contemporaneo di marijuana medica e altri farmaci. C’è la possibilità che la marijuana medica possa aumentare gli effetti di alcuni farmaci, potenzialmente portando all’insorgenza di effetti collaterali pericolosi [6]. Ad esempio, l’uso congiunto di marijuana medica e antidolorifici, come gli oppioidi, può portare ad un aumento del rischio di depressione respiratoria. Pertanto, è molto importante monitorare attentamente il proprio corpo, specialmente se si è appena iniziato ad utilizzare cannabis medica. In questo modo, si può reagire tempestivamente se la situazione diventa pericolosa.

Marijuana medica e farmaci – cosa dicono le ricerche?

Abbiamo bisogno di più ricerche per comprendere meglio le interazioni tra la marijuana medica e altri farmaci. Questo è un’area di ricerca dinamica, con molti studi in corso che potrebbero fornire ulteriori informazioni in futuro [7]. È fondamentale che i medici – non solo quelli che prescrivono ricette per la cannabis medica – seguano gli sviluppi scientifici. Ciò riguarda in realtà endocrinologi, ginecologi, cardiologi, psichiatri e tutti gli altri medici – non si sa mai quando si presenterà un paziente che informa di essere in terapia con cannabis medica. È importante essere preparati.

Cosa dovrebbero ricordare i pazienti?

Se stai considerando l’uso contemporaneo di marijuana medica e altri farmaci, consulta sempre un medico. Il medico può aiutare a comprendere le potenziali interazioni e i rischi, oltre a monitorare gli effetti collaterali e adattare il dosaggio. Non dovresti nascondere al tuo medico l’assunzione di altri farmaci – e viceversa, se stai ricevendo assistenza medica, informa il medico che sei in terapia con cannabis medica. Ciò si applica non solo ai farmaci per la tiroide, il cuore o la depressione, ma in realtà a tutti i farmaci.

Riassunto

La marijuana medica offre molta speranza, ma richiede ulteriori ricerche, specialmente nel contesto delle interazioni con altri farmaci. È importante che sia i pazienti che i medici siano ben informati sui potenziali benefici, sui rischi e sugli ultimi risultati della ricerca.

Bibliografia:

1. Cannabis Interactions. https://www.drugs.com/drug-interactions/cannabis.htm

2. Therapeutic Effects of Cannabis and Cannabinoids. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK425767/ 

3. Amna Zehra, Cannabis Addiction and the Brain: a Review, 2018. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6223748/

4. “American Parkinson Disease Association”. Medical Marijuana and Parkinson’s disease. https://www.apdaparkinson.org/article/medical-marijuana-and-parkinsons-disease/ 

5. “National Cancer Institute”. Cannabis and Cannabinoids (PDQ®)–Health Professional Version. https://www.cancer.gov/about-cancer/treatment/cam/hp/cannabis-pdq

6. Giovanni A Fava , Chiara Rafanelli, Elena Tomba. The clinical process in psychiatry: a clinimetric approach. 2012. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21903024/ 

7. Caroline A MacCallum, Ethan B Russo. Practical considerations in medical cannabis administration and dosing. 2018. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29307505/ 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Is a store for adults only

Our offer is addressed only to people over 18 years of age.

By continuing, you confirm your age.

In accordance with the Act on health protection against the consequences of using tobacco and tobacco products and the Act on counteracting drug addiction. The sale of our products to minors is prohibited.